Oggi vorremmo condividere alcune riflessioni con tutti voi.
Come già annunciato ieri, da oggi le nostre sale saranno nuovamente chiuse almeno fino al 24 novembre. Facciamo fatica a spiegare lo sgomento, la frustrazione, la rabbia che proviamo nel dover sottostare alle disposizioni di quest’ultimo dpcm.
A marzo abbiamo accettato senza alcuna rimostranza il lockdown, abbiamo chiuso le nostre attività con enorme sacrificio confortati dalla promessa di misure economiche a sostegno.
Oggi non riusciamo a mandare giù questa nuova chiusura. I cinema e i teatri vengono chiusi senza alcun dato scientifico che supporti una decisione del genere. Dal 15 giugno al 10 ottobre su 2782 spettacoli e 347.262 spettatori in tutta italia c’è stato UN SOLO caso di contagio accertato. Nessun focolaio, nessun dato allarmante che giustifichi la chiusura dei luoghi dove si fa spettacolo.
Evidentemente i protocolli concordati si sono rivelati efficaci e sono stati rigorosamente seguiti da tutti noi esercenti. Abbiamo sostenuto delle spese per ripartire in sicurezza e adattare i nostri locali alle disposizioni vigenti.
I cinema e i teatri ad oggi sono tra i luoghi più sicuri. Andare al cinema non espone ad un rischio maggiore rispetto a quello che comportano tutte le altre attività che regolarmente svolgiamo nel quotidiano, anzi a guardare i dati il rischio è di molto minore.
Come se non bastassero le difficoltà dovute al rinvio di tutti i blockbuster o a scelte, inaccettabili, di alcune distribuzioni che hanno preferito piazzare i film in uscita sulle loro piattaforme streaming, ecco che il colpo di grazia arriva proprio da chi dovrebbe tenderti la mano. E’ difficile oggi non essere arrabbiati e delusi.

QUESTA RIFLESSIONE è DEI COLLEGHI DEL METROPOLITAN DI PALERMO ,IO NON HO PIU PAROLE .

INFORMIAMO CHE LA PROGRAMMAZIONE RIPRENDERA’ IL 25 NOVEMBRE

Scegli il giorno